Domande frequenti

Sono iscrivibili all’ASI tutti i veicoli a motore (ciclomotori, motoveicoli, autovetture, autobus, autocarri, autotreni, macchine agricole, veicoli militari, aeromobili e natanti d’epoca) che abbiano compiuto vent’anni dalla data di costruzione o di prima immatricolazione in Italia.

Il tesserato ASI – Club Castellotti è il titolare della tessera associativa e può usufruire di tutti i servizi erogati dall’Ente; può iscrivere all’ASI i suoi veicoli, purché questi rispondano ai requisiti minimi di cui al Regolamento Tecnico.

Ogni 2 anni, come stabilito dal nuovo Decreto Ministeriale e dalla nuova Circolare del Ministero dei Trasporti

Nel caso in cui le Amministrazioni locali (Comuni, Province e Regioni) varino dei provvedimenti di limitazione della circolazione senza una specifica deroga ai veicoli d’interesse storico, anche i veicoli iscritti all’ASI dovranno sottostare alle limitazioni.

Per poter effettuare l’aggiornamento e la ristampa dell’Attestato di Datazione e Storicità occorre restituire, attraverso il Club di appartenenza, l’originale del precedente documento e fornire contestualmente la copia della carta di circolazione aggiornata, per la verifica della proprietà.

Per poter effettuare l’aggiornamento e la ristampa corretta di un documento occorre restituire, attraverso il Club, l’originale con le indicazioni dei dati da correggere ed eventualmente della documentazione da cui si evincano tali dati.

I veicoli con impianto di alimentazione secondaria, quali GPL o Metano, possono essere iscritti e ottenere il CRS ai fini della circolazione.

Per ottenere, il Certificato di Identità invece,  l’impianto deve essere storicizzato e dunque avere compiuto almeno 10 anni (come da Regolamento della CTN Auto).

Per poter richiedere il Certificato di Rilevanza Storica occorre compilare un’apposita modulistica e allegare copia del libretto di circolazione, CDP, carta d’identità e codice fiscale del proprietario, foto del veicolo in formato 10X14 (nelle pose richieste nel modulo).

Tutti i soci regolarmente iscritti (quota ASI+ quota Club) che forniscano l’apposita modulistica debitamente firmata e compilata.

I veicoli ultratrentennali in relazione all’articolo 63 legge 342/2000, sono esenti automaticamente dal pagamento delle tasse automobilistiche, ma sono soggetti al pagamento della tassa forfetaria di circolazione in caso di loro utilizzo.

A seguito della Legge di Stabilità n.190 del 23/12/2014, invece, per i veicoli dai 20 ai 29 anni il beneficio non è automatico, in questo caso l’iscrizione del veicolo all’A.S.I. costituisce titolo per ottenere l’agevolazione fiscale. In particolare, per ciò che riguarda la Regione Lombardia, i veicoli ultraventennali iscritti regolarmente al Registro Storico ASI possono ottenere l’esenzione presentando la certificazione presso gli uffici della Regione.

Fogli con punti interrogativi

dicembre 2020